1.3.11

i want you!


questa è la vera controcultura...

2 commenti:

dnasconosciuto ha detto...

Se è per questo, in Italia - con i fatti tristemente noti - è da un pezzo che una certa parte di popolazione sceglie di non investire sulla cultura, ma sulla mercificazione del proprio corpo.
E non mi riferisco alla (vergognosamente) superricercata e superpagata Ruby: basta vedere anche la moltitudine di persone, uomini e donne, che si spogliano in cam su internet e quelli che si prostituiscono nel loro privato per "arrotondare" lo stipendio. Da un po' di tempo a questa parte, questa "pratica" non solo sta diventando quasi lecita e moralmente giusta, ma tra un po' secondo me verrà pure "approvata" dalla Chiesa. Siamo al delirio, letteralmente.

Scusa l'intrusione e lo sfogo, la cosa mi fa alquanto imbestialire :)

Giancarlo

ciarls ha detto...

ti do ragione solo in parte, perchè se è vero che la linea della decenza si sta tristemente spostando sempre più in là, non credo che l'italia sia un caso poi tanto speciale. più che per "arrotondare" come dici tu, credo che sia un fatto di "soldi facili", ovvero non di arrotondare per arrivare alla fine del mese (lamentela più o meno vera, molto in voga ultimamente), ma arrotondare per permettersi lussi altrimenti impossibili. la cosa molto triste infatti, secondo me, è la spinta che tutta la società ci da per fare meno sacrifici possibili. questo qua sopra è l'esempio più esplicito: non sprecare tempo e forze (e soldi) nello studio. fai tanti soldi subito. o comunque la sempre più facile mossa dell'indebitarsi per comprarsi il motorino nuovo o per andare in vacanza (cosa che in realtà qui in italia è arrivata molto in ritardo rispetto agli usa o all'ingjihlterra...