16.3.14

rolling stones

vintag.es

un po' di vecchie foto dei rolling stones che, tra l'altro, hanno appena annunciato un concerto al circo massimo, roma, per il 22 giugno... mh

20.2.14

i sotterranei

ancora astemi perché eravamo al verde e forse la miseria, la miseria avrebbe potuto anche salvare la nostra storia.

j. kerouac - i sotterranei 

29.1.14

fonzarelli




"you played with her chest?" 

16.12.13

the girl from the north country

if you're travelling in the north country fair
where the winds hit heavy on the borderline
remember me to the one who lives there
she once was a true love of mine

if you go in the snowflake storm
when the rivers freeze and the summer ends
please see she has a coat so warm
to keep her from the howling winds

please see if her hair hangs long
if it rolls and flow all down her breast
please see for me if her hair's hanging long
for thet's the way i remember her best

i'm a wondering if she remembers me at all
many times i've often prayed
in the darkness of my night
in the brightness of my day

17.11.13

d.v.

"i had to do it twice, but i did it."

29.10.13

pereira

"forse, nell'imperscrutabile trama degli eventi che gli dèi ci concedono, tutto ciò ha un suo significato."

sostiene pereira - una testimonianza - a. tabucchi

6.10.13

mq

durante la lunga notte dei musei viennesi di ieri sera, mi sono accorto di due cose. mentre ero sull'ubahn per andare verso il museumsquartier, sono saliti due tizi, di cui uno che ascoltava musica dalle casse dell'iphone, e mi sono chiesto come mai i soggetti che ascoltano la musica in questo modo, non ascoltano mai buona musica, ma sempre e solo delle trashate commerciali o da discoteca becera. mi sono chiesto, allora, se potrebbe esistere un collegamento tra l'educazione e i gusti musicali. 
la seconda cosa invece è successa dentro il mumok, museo di arte moderna di vienna, in cui si trovano, tra le altre, opere di picasso, magritte, andy warhol, roy lichtenstein e de chirico. mentre in disparte guardavo il quadro di picasso femme assise à l'écharpe verte, ho visto il turista con macchinone fotografico semiprofessionale che, fermandosi un paio di secondi, scatta una foto al quadro e se ne va. e allora mi sono chiesto quante persone, nonostante vadano per musei, guardino i quadri esposti dietro un obiettivo o allo schermo del computer appena tornati a casa, rallegrandosi tra sé e sé della bellezza dell'opera.

14.9.13

le selfie

numeri riguardo alle selfie, malattia non solo delle nuove generazioni.

blog.htc.com/2013/08/the-selfie-phenomenon/?ac11

12.9.13

phonebloks

buone idee, belle idee.