21.9.14

l'idiota, i personaggi



la difficoltà a ricordare i nomi e le posizioni degli innumerevoli impronunciabili personaggi de l'idiota mi porta a stilarne una lista, per rendere la lettura quantomeno non del tutto inutile, dato che se non si sa chi parla con chi, il dialogo perde il suo senso. trovo particolarmente simpatico il chiamare a volte secondo i cognomi, altre secondo i nomi i personaggi, gettando a cuor leggere fumo nei già complicati dialoghi.
cosa interessante da sapere, e sia mai che ci si debba trasferire in siberia fra un po', è la struttura dei nomi russi. tutti hanno in genere due nomi più cognome. altisonanza? ostentazione? russità? no: il secondo nome, che per i maschi finisce in -vich e per le fammine -ovna è in realtà il nome del rispettivo padre, declinato secondo le due quadrilettere già scritte, le quali altro non significano che, rispettando l'ordine di scrittura, figlio di - e figlia di -.
  • principe lev nikolajevich myskin: protagonista dell'opera, uomo buono, gesù cristo di quei tempi.
  • parfvon semyonovich rogozhin: antieroe dell'opera, conosce il principe all'inizione del romanzo durante il viaggio in treno verso san pietroburgo.
  • nastas'ja filippovna barashokov: bella ragazza di cui tutti più o meno sono innamorati. dopo essere stata cresciuta a spese di un sanpietroburghese facoltoso, un certo afanasij ivanovich totsky, è diventata la sua amante e, scocciata di sottostare al ruolo appioppato, va in città a dichiarare maggiore indipendenza, ovviamente a spese del riccone. il totsky ha il buon gusto di arrangiare un matrimonio con gavril ardalyonovich ivolgin, detto anche ganja, gagan, ganechka e altri nomi assonanti, che però la disprezza.
ora, la situazione si svolge fra due famiglie della san pietroburgo da bere, la prima, lontanamente imparentata con il principe da parte della generalessa, ovvero gli epachin, e la seconda, (potrebbe esserci un collegamento tramite il lavoro dei due patriarchi, ma mi sono dimenticato precisamente), anche quella capitanata da un generale ritirato, che sono gli ivolgin. di seguito le families:
  • la buona famiglia epanchin:
    • ivan fedorovich: aka il generale. un vecchio (forse in pensione, mi pare di aver capito) che ha stanze qua e a quanto pare ha fondato la sua ricchezza dalle tasche della moglie la generalessa.
    • lizaveta prokofyevna: ovvero la moglie del generale, come detto lontana parente del principe, in quanto il sangue myskin gli scorre nelle venuzze.
    • alexandra: la figlia più grande.
    • adelaida: la figlia media.
    • aglaia: la figlia più piccola, rinomata fagiana
  • l'altra buona famiglia, invece, ovvero gli ivolgin
    • ardalion alexandrovich: capostipite della famiglia, anch'egli generale in pensione. gomito molto leggero.
    • nina alexandrovna: moglie del generale
    • gavril ardalionvich: ovvero il ganja, figlio dei due qui sopra e di cui già si è parlato
    • kolja: fratello minore di ganja
    • varvara ardalionovna: ovvero la varja, sorella dei due sopra
  • ferdyschenko: inquilino dei ivolgin, nella fattispecie il classico simpaticone di turno.
  • ivan petrovich ptitsjn: amico? inquilino? non l'ho capito. si sa che in altri libri verrebbe chiamato l'usuraio.
приветствия!

2 commenti:

Amauroto ha detto...

Il tuo post mi sta rappacificando con la mia autostima.
Credevo improvvisamente di essere diventata scema, ma forse Dostoevskij era un sadico utilizzatore di tre nomi (senza contare i soprannomi) a rotazione.

Carlo ha detto...

Grazie!